COLLEZIONARE PERFIN
Ci sono vari modi di collezionare perfin staccati, ma quello più comune e diffuso che pratico anch’io, è di raccogliere sigle diverse, indipendentemente dal tipo di francobollo sul quale sono presenti.
Attualmente si conoscono un migliaio di sigle italiane differenti, perciò una collezione completa dovrebbe essere costituita da altrettanti pezzi, obiettivo non certamente facile da raggiungere.
Volendo, per ogni sigla si potrebbero raccogliere tutti i diversi francobolli recanti la stessa perforazione. Ma, così facendo, si moltiplica in modo esponenziale il numero di esemplari da collezionare, e la completezza sarebbe ancor più difficile da raggiungere.
Al momento non esiste alcun censimento che serva di base per la ricerca dei francobolli esistenti con una data sigla, e non sarà facile arrivarci anche in futuro.
La collezione può anche essere limitata ai perfin di aziende di un certo settore, come trasporti e spedizioni o istituti di credito, alcuni dei quali (B.C.I. Banca Commerciale Italiana - C.I. Credito Italiano) avevano un elevato numero di agenzie sparse su tutto il territorio nazionale, che hanno usato per decenni molti perfin differenti.
Altro modo di collezionare i perfin può essere quello di completare serie ordinarie o commemorative composte di francobolli perforati con la stessa sigla o senza badare ad essa, oppure raccogliere soltanto alcune particolari perforazioni, come monogrammi e simboli, o nomi interi perforati come LEGA, SALUS, UPIM, ecc.
Ognuno scelga il metodo di collezionare che ritiene migliore; l’importante è divertirsi!